Sei un webmaster, blogger, youtuber o gestisci un gruppo o pagina Facebook? Siamo alla ricerca di persone che vogliono crescere collaborando assieme a noi! Scrivi a hruby@superbasket.it

Sei un webmaster, blogger, youtuber o gestisci un gruppo o pagina Facebook? Siamo alla ricerca di persone che vogliono crescere collaborando assieme a noi! Scrivi a hruby@superbasket.it
Piccole precisazioni, grandi differenze! Silvio Corrias (3-segue)
Continuiamo con le nuove interpretazioni FIBA del 1° ottobre 2017

L’articolo 35 Doppio fallo non ha subito sostanziali modifiche ma una piccola aggiunta che definisce alcune situazioni particolari.

35-1 Situazione. Ogni volta che ci sono decisioni contraddittorie degli arbitri o le infrazioni alle regole avvengono approssimativamente nello stesso tempo e una delle sanzioni prevede la cancellazione di un canestro segnato, questa sanzione prevale e nessun punto deve essere attribuito.

35-2 Esempio: Mentre A1 è in atto di tiro, c’è un contatto fisico tra A1 e B1. L’arbitro guida fischia fallo in attacco di A1 e quindi il canestro non è valido. L’arbitro coda fischia un fallo difensivo di B1 e quindi il canestro sarebbe valido. La palla entra nel canestro. Interpretazione: Gli arbitri concordano sul fatto che questo sia un doppio fallo ed il canestro non sarà convalidato. Il gioco riprenderà con una rimessa in gioco A dalla linea laterale all’altezza della linea di tiro libero estesa. La squadra A avrà soltanto il residuo dei secondi rimasti sul display al momento del fischio del doppio fallo.

L’esempio 35-2 è un caso limite estremamente raro , infatti due arbitri diversi leggono la stessa situazione in modo opposto, non vi scandalizzate può capitare soprattutto in funzione dell’angolo di lettura - accaduto molti anni fa in una semifinale di Eurolega nel derby di basket city, risolto salomonicamente con una palla a due!! In ogni situazione di doppio fallo è assolutamente necessario stabilire dove si trovasse la palla al momento del fischio arbitrale, perchè quando arriva il fischio se un giocatore controlla la palla (la tiene) e poi rilascia un tiro l’eventuale realizzazione non dovrà essere convalidata, anche se il giocatore ha iniziato un movimento continuo.

L’articolo 36 Fallo tecnico è stato aggiornato in modo sostanziale sia per la modifica di alcune penalità sia con la definizione di alcune situazioni che non erano molto chiare o sono cambiate in funzione di quanto l’evoluzione del gioco ha proposto negli ultimi anni.  

36-3 Situazione. Mentre un giocatore è in atto di tiro non deve essere consentito al suo avversario di togliergli concentrazione con azioni tipo: mettere mani/i vicino agli occhi del tiratore, gridare forte, battere forte i piedi sul terreno o battere le mani quando è vicino al tiratore. Fare questo può essere sanzionato con un fallo tecnico se il tiratore venisse svantaggiato, mentre un richiamo può essere dato se il tiratore non venisse svantaggiato.

36-4 Esempio: A1 è in atto di tiro a canestro quando B1 cerca di distrarlo urlando forte o battendo forte i piedi sul terreno di gioco. Il tiro (a) entra nel canestro – (b) non entra nel canestro. Interpretazione: (a) B1 sarà richiamato, il richiamo sarà esteso all’allenatore B. Se i componenti della squadra B fossero stati già richiamati per un comportamento simile in precedenza, B1 sarà sanzionato con un fallo tecnico. (b) B1 sarà sanzionato con un fallo tecnico.

La precisazione 36-3 modifica sostanzialmente il concetto di “mano in faccia” al tiratore, dove se prima era vietato “agitare” la mano sul viso dell’avversario adesso non è concesso nemmeno “avvicinarla” al viso. Azione che effettivamente aveva preso parecchio “piede” condizionando l’esecuzione di numerosi tiri e provocando qualche colpo sul viso o dito negli occhi.

36-25 Situazione. Dopo aver commesso il 5° fallo un giocatore diventa giocatore escluso. Dopo il suo 5° fallo ogni ulteriore fallo tecnico fischiato contro di lui dovrà essere attribuito all’allenatore e registrato come ‘B’. Questo è valido anche se se uno dei 5 falli era un tecnico o un antisportivo. Lui non sarà espulso e potrà rimanere in panchina. 36-26 Esempio: B1 ha commesso un fallo tecnico nel 1° periodo. Nel 4° periodo B1 ha commesso il suo 5° fallo. Mentre si dirige verso la propria panchina gli viene sanzionato un fallo tecnico. Interpretazione: Con il 5° fallo B1 diventa un giocatore escluso. Ogni successivo fallo tecnico contro di lui sarà attribuito all’allenatore. B1 non sarà espulso. 36-27 Esempio: B1 ha commesso un fallo antisportivo nel 3° periodo. Nel 4° periodo B1 ha commesso il suo 5° fallo. Mentre si dirige verso la propria panchina gli viene sanzionato un fallo tecnico. Interpretazione: Con il 5° fallo B1 diventa un giocatore escluso. Ogni successivo fallo tecnico contro di lui sarà attribuito all’allenatore. B1 non sarà espulso

L’allenatore è responsabile del comportamento del personale della panchina, qualunque provvedimento per il loro comportamento sarà sanzionato con un fallo tecnico all’allenatore. Vi ricordo che questo fallo tecnico sarà sanzionato con un tiro libero e possesso palla per la squadra avversaria.

36-28 Situazione. Un giocatore sarà espulso quando gli saranno attribuiti 1 fallo tecnico e un fallo antisportivo. 36-29 Esempio: A1 ha commesso 1 fallo tecnico durante la prima metà gara per aver ritardato la ripresa del gioco. Un fallo antisportivo gli viene sanzionato durante la seconda metà gara per un fallo duro ai danni di B1. Interpretazione: A1 sarà automaticamente espulso e dovrà andare e rimanere nel proprio spogliatoio per tutto il resto della gara, in alternativa potrà scegliere di lasciare l’impianto. Solo il fallo antisportivo andrà sanzionato, non dovrà essere amministrata nessuna penalità aggiuntiva per l’espulsione. Il segnapunti deve informare immediatamente un arbitro quando il giocatore ha commesso 1 fallo tecnico e 1 fallo antisportivo e dovrà essere espulso. 36-30 Esempio: A1 ha commesso un fallo antisportivo, durante il 2° periodo, per fermare con un contatto non necessario l’avanzare della squadra avversaria in transizione. Un fallo tecnico gli viene sanzionato contro, nel 3° periodo, perchè simula di aver subito un fallo. Interpretazione: A1 sarà automaticamente espulso e dovrà andare e rimanere nel proprio spogliatoio per tutto il resto della gara, in alternativa potrà scegliere di lasciare l’impianto. Solo il fallo antisportivo andrà sanzionato, non dovrà essere amministrata nessuna penalità aggiuntiva per l’espulsione. Il segnapunti deve informare immediatamente un arbitro quando il giocatore ha commesso 1 fallo antisportivo e 1 fallo tecnico e dovrà essere espulso.

In deroga a quanto previsto dal regolamento FIBA, in Italia, per delibera del consiglio federale, un iscritto a referto che viene espulso può andare in tribuna e continuare a seguire la partita, senza averne menzione sul rapporto arbitrale, mentre un suo eventuale ulteriore comportamento scorretto potrebbe essere poi un’aggravante per gli organi di giustizia. In ogni caso i tesserati espulsi non possono rimanere sul campo di gioco e nel tunnel che porta agli spogliatoi.

36-31 Situazione. Un giocatore allenatore sarà espulso se sanzionato con i seguenti falli:

° 2 falli tecnici come giocatore

° 2 falli antisportivi come giocatore

° 1 fallo antisportivo e 1 fallo tecnico come giocatore

° 1 fallo tecnico come allenatore, registrato ‘C’ e 1 fallo antisportivo o tecnico come giocatore

° 2 falli tecnici come allenatore, registrati ‘B’ e 1 fallo antisportivo o tecnico come giocatore

° 2 falli tecnici come allenatore, registrati ‘C’

° 1 fallo tecnico come allenatore, registrato ‘C’ e 2 falli tecnici come allenatore, registrati ‘B’

° 3 falli tecnici come allenatore, registrati ‘B’

36-32 Esempio: Giocatore allenatore A1 ha commesso un fallo tecnico nel 1° periodo per aver simulato come giocatore. Nel 4° periodo è stato sanzionato con un fallo tecnico per il suo comportamento personale come allenatore, registrato con ‘C’. Interpretazione: A1 giocatore allenatore sarà automaticamente espulso e dovrà andare e rimanere nel proprio spogliatoio per tutto il resto della gara, in alternativa potrà scegliere di lasciare l’impianto. I secondo fallo tecnico andrà sanzionato, non dovrà essere amministrata nessuna penalità aggiuntiva per l’espulsione. Il segnapunti deve informare immediatamente un arbitro quando il giocatore allenatore ha commesso 1 fallo tecnico come giocatore e 1 fallo tecnico personale come allenatore e dovrà essere espulso.

36-33 Esempio: Giocatore allenatore A1 ha commesso un fallo antisportivo su B1, come giocatore nel 2° periodo. Nel 3° periodo è stato sanzionato (come allenatore) con un fallo tecnico per il comportamento del massaggiatore, registrato con ‘B’ e nel 4° periodo è stato sanzionato (come allenatore) con un fallo tecnico ad A6 sostituto, registrato come ‘B’. Interpretazione: A1 giocatore allenatore sarà automaticamente espulso e dovrà andare e rimanere nel proprio spogliatoio per tutto il resto della gara, in alternativa potrà scegliere di lasciare l’impianto. I secondo fallo tecnico andrà sanzionato, non dovrà essere amministrata nessuna penalità aggiuntiva per l’espulsione. Il segnapunti deve informare immediatamente un arbitro quando il giocatore allenatore ha commesso 1 fallo antisportivo come giocatore e gli sono attribuiti 2 falli tecnici per il personale di panchina come allenatore e dovrà essere espulso.

36-34 Esempio: Giocatore allenatore A1 ha commesso un fallo tecnico nel 2° periodo per il suo comportamento personale come allenatore, registrato con ‘C’. nel 4° periodo ha commesso un fallo antisportivo come giocatore nei confronti di B1. Interpretazione: A1 giocatore allenatore sarà automaticamente espulso e dovrà andare e rimanere nel proprio spogliatoio per tutto il resto della gara, in alternativa potrà scegliere di lasciare l’impianto. Il fallo antisportivo andrà sanzionato, non dovrà essere amministrata nessuna penalità aggiuntiva per l’espulsione. Il segnapunti deve informare immediatamente un arbitro quando il giocatore allenatore ha commesso 1 fallo tecnico personale come allenatore e 1 fallo antisportivo come giocatore e dovrà essere espulso.

I lettori più attenti si saranno accorti che in originale in alcuni esempi ci sono degli evidenti refusi. Nell’esempio 36-29 la FIBA ha usato i termini 1st half e 2nd half (metà gara) probabilmente intendendo 1st e 2nd period. Nell’esempio 36-30 ha usato i termini 2nd half e 3rd half (che ovviamente non esiste) al posto di 2nd period e 3rd period. Nell’interpretazione dell’’esempio 36-34 sono invertite le parole fallo antisportivo e fallo tecnico rispetto al ruolo di giocatore e allenatore.

Silvio Corrias

(3-segue)

Puntate precedenti:

http://superbasket.it/?page=article&category=49&id=1135

http://superbasket.it/?page=article&category=49&id=1019

 

12-12-2017
SB Scouting: Adam Smith (Chalon, Francia)
12-12-2017
SB Scouting: Tai Webster (Francoforte, Germania)
12-12-2017
Warriors e Rockets vanno a braccetto, si fermano Celtics e Thunder di Marco Bonfiglio
12-12-2017
Mario Castelli, voce di EuroSport: “Se non mi emozionassi, smetterei subito” di Giancarlo Migliola
12-12-2017
Vignetta # 6: "Fiducia incondizionata nella difesa"; di Umberto Scopa
11-12-2017
L’incredibile coincidenza che lega Betti a Mattioli
11-12-2017
Provvedimenti disciplinari Serie A1 gare del 9-10 dicembre 2017
11-12-2017
Nota della società Happy Casa Brindisi: Sandro Dell’Agnello sollevato dall’incarico
11-12-2017
SB Scouting: Daniel Bejarano (Kataja, Finlandia)
11-12-2017
Oladipo ne mette 47, Holiday trascina i Pelicans, vincono i Celtics di Marco Bonfiglio
11-12-2017
10^ giornata: i risultati
11-12-2017
11^ giornata: risultati e classifica
11-12-2017
13^ giornata: risultati e classifica
10-12-2017
Milano lancia Tarczewski anche in campionato
10-12-2017
SB Scouting: Lahaou Konate (Nanterre, Francia)
10-12-2017
Finalmente Gallinari, 25 punti ai Wizards. Vince anche Belinelli di Giancarlo Migliola
10-12-2017
È scomparso Pier Francesco Betti. Il cordoglio del presidente Petrucci
09-12-2017
SB Scouting: Jonas Wolfarth-Bottermann Sibert (Francoforte, Germania)
09-12-2017
Ginobili fenomeno. Ma sempre 5.000 lire mi deve dare… di Giancarlo Migliola
09-12-2017
Ginobili non finisce mai, Boston cade a San Antonio. Anche i Cavs ko di Giancarlo Migliola