Vi offriamo quelli che sono stati i 3 maggiori capolavori e i 3 flop del mese di aprile

Vi offriamo quelli che sono stati i 3 maggiori capolavori e i 3 flop del mese di aprile
Piccole precisazioni, grandi differenze! Silvio Corrias (1-segue)

La svolta epocale della FIBA che ha legalizzato qualche “camminata”, strizzando l’occhiolino all’altra sponda dell’atlantico, ha monopolizzato la scena già prima della fine dei campionati europei. Tutto questo ha distolto l’attenzione di molti, da altri cambiamenti che comunque avranno il loro impatto sul gioco. Alcuni di essi, che per’altro stavano già dentro sotto forma di interpretazioni ufficiali, sono entrate di diritto negli articoli del regolamento con l’obiettivo di determinare meglio alcuni confini. Puntualmente il regolamento è accompagnato da altri documenti ufficiali che con degli esempi reali cercano di aiutare nella comprensione dei cambiamenti e delle modifiche. Spesso aggiungere o togliere una parola può dare un senso compiuto all’interpretazione o stravolgerne totalmente il significato. Anche se tutte le risposte si possono trovare nei vari articoli del regolamento tecnico, le interpretazioni danno conferme o come leggerete più avanti propongono eccezioni.

Entriamo nel dettaglio delle ultime interpretazioni FIBA, rilasciate il 1° ottobre 2017 (1st edition), come leggerete non ci occuperemo di passi! Ogni modifica ha una sua “ratio” ben specifica.

Art 5 - Infortunio di un giocatore: 5-3 non c’è limite di tempo per spostare dal campo un giocatore infortunato, in accordo con il parere di un dottore, se lo spostamento può essere pericoloso per la salute del giocatore. Solo un dottore può avere le competenze per stabilire la gravità di un infortunio.

Art 7 – Allenatore: diritti e doveri: 7-3 almeno 40 minuti prima dell’inizio, stabilito per la gara, ogni allenatore o il suo incaricato (in Italia l’Accompagnatore) dovrà consegnare al segnapunti la lista dei giocatori. 7-5 Esempio: l’allenatore richiede al segnapunti di mettere una piccola “x” sul referto per i 5 giocatori che inizieranno la gara. Interpretazione: è l’allenatore, in persona, che deve indicare i 5 giocatori che inizieranno la gara, marcando con la piccola “x” accanto al numero del giocatore nella colonna delle entrate sul referto. Sul regolamento 2014 i minuti erano 20 anche se era (ed è!) buona abitudine e collaborazione consegnare le liste almeno 60’ prima. Il fatto che sia l’allenatore a segnare sul referto le x dovrebbe eliminare qualunque errore o incomprensione con gli ufficiali di campo. Dopo questa operazione l’allenatore deve sempre firmare il referto.

Art 10 – Stato della palla: la palla non diventa morta ed il canestro è valido se realizzato, quando un giocatore commette fallo su qualunque avversario mentre la palla è in controllo di un avversario che è in atto di tiro a canestro su azione e finisce l’azione con un movimento continuo, iniziato prima del fallo commesso. Questa precisazione si applica anche se un qualunque giocatore o componente della panchina della squadra in difesa commette un fallo tecnico. 10-2 Esempio: A1 è in atto di tiro a canestro su azione quando B2 commette fallo su A2, A1 finisce il tiro con un movimento continuo iniziato prima che B2 commettesse fallo. Interpretazione: il canestro se realizzato vale! 10-3 Esempio: A1 è in atto di tiro a canestro su azione quando A2 commette fallo su B2, A1 finisce il tiro con un movimento continuo iniziato prima che A2 commettesse fallo. Interpretazione: la palla diventa morta quando A2 commette fallo. Il canestro se realizzato non vale! La difesa avrebbe un vantaggio spropositato a commettere fallo su un avversario mentre un suo compagno sta effettuando un tiro a canestro, non pensate all’intenzione, ma giocando in 9 senza palla può accadere che sia commesso un fallo lontano dalla palla mentre il giocatore con la palla sta tirando. Le cose cambiano se il fallo è commesso da un compagno del tiratore mentre questi ha ancora la palla tra le mani, in quel caso il fallo è commesso da un giocatore della squadra in controllo di palla e nessun punto può essere assegnato!

Art 14 – Controllo della palla: 14-2 Esempio: nel giudizio degli arbitri, indipendentemente dal fatto che il cronometro sia fermo o in movimento, un giocatore deliberatamente ritarda nel prendere la palla per effettuare una rimessa o un tiro libero. Interpretazione: la palla diventa viva quando l’arbitro mette la palla sul campo, vicino al punto dove si deve effettuare la rimessa o sulla linea di tiro libero. 14-3 Esempio: la squadra ha è in controllo di palla da 15 secondi. A1 cerca di passare la palla verso A2 e la palla va verso la linea che delimita il fuori campo. B1 cerca di prendere la palla e salta da dentro il terreno di gioco sopra la linea. Mentre B1 è ancora in aria la palla: (a) è battuta con una mano da B1. (b) è presa da B1 con entrambe le mani o si ferma in una mano. La palla ritorna in campo dove è presa da A2. Interpretazione: (a) la squadra A rimane in controllo di palla, il conteggio dei 24” continua. (b) La squadra B ha ottenuto il controllo di palla. L’orologio dei 24” deve essere resettato (24”). La prima precisazione è fatta per sveltire le operazioni di ripresa del gioco. La seconda cambia radicalmente le letture sul controllo di palla nel momento in cui qualche giocatore cerca di “salvare/recuperare” una palla che sta andando fuori campo. Battere la palla (anche con due mani) non determina un nuovo controllo di palla, farla sostare su una sola mano è controllo di palla (indipendentemente da dove andrà a finire la palla).

Art 16 – Canestro: realizzazione e valore. 16-9 Precisazione. Un canestro è realizzato quando una palla viva entra nel canestro da sopra a rimane dentro o passa attraverso il canestro completamente. Quando (a) la squadra che ha subito canestro richiede time-out, in qualunque momento della gara, prima che sia segnato il canestro, (b) il cronometro di gara segna 02:00 nel 4° periodo o tempo supplementare, il cronometro di gara dovrà essere fermato quando la palla ha con chiarezza superato, interamente, il fondo della retina. Questo per definire un “momento” uniforme in cui tutti i cronometristi fermino il cronometro. Qualcuno leggendo si sarà domandato cosa accade quando la palla rimane dentro il canestro ma non fuoriesce. Il canestro è valido ma sarà necessario un fischio arbitrale, accompagnato dalla convalida, per fermare il cronometro. 16-10 Esempio: all’inizio di un periodo, la squadra A difende il proprio canestro quando B1 erroneamente palleggia verso il proprio canestro e realizza un canestro. Interpretazione: 2 punti saranno assegnati al capitano, in campo, della squadra A. Questa interpretazione non è cambiata ma è stata spostata dall’Art 9 (9-7) all’Art 16 (16-10).

Art 23 Giocatore fuori campo e palla fuori campo: 23-1 Precisazione. E’ violazione quando un giocatore lascia il terreno di gioco dalla linea di fondo per evitare una violazione di 3 secondi. 23-2 Esempio. A1 è nell’area dei 3” per meno di 3”, esce fuori campo oltre la linea di fondo per evitare di commettere violazione e quindi rientra all’interno dell’area dei 3”. Interpretazione: A1 ha commesso violazione di 3 secondi! Interpretazione totalmente nuova, in generale uscire dal campo per ottenere un vantaggio illegale è sanzionato con un richiamo e successivamente con un fallo tecnico, questa interpretazione “depenalizza” l’azione trattandola “ immediatamente” come una violazione.

Per ora ci fermiamo qui, a riprendere fiato. Nei prossimi post ci occuperemo di modifiche ed aggiunte, decisamente più corpose, riguardanti le interpretazioni relative agli articoli: 31 Interferenza, 36 Fallo Tecnico, 38 Fallo da espulsione, 42 Situazioni speciali. Work in Progress!

Silvio Corrias (1-segue) 

 

27-05-2018
JTG 2018. Brixia Brescia (Under 14F), BSL San Lazzaro (U14M), Granda College Cuneo (U13F) e Fiume Veneto Pordenone (U13M) Campioni d'Italia 3x3
27-05-2018
Finali Nazionali U18 Femminili, Costa Masnaga è campione d'Italia
27-05-2018
Playoff: Piacenza espugna Omegna, oggi le altre tre finali
27-05-2018
Sergio Scariolo allenerà la selezione dei migliori giovani europei all'NBA Global Camp di Treviso
27-05-2018
Pianigiani: "A Brescia con il desiderio di tornare di fronte a questo pubblico"
27-05-2018
Diana: "Ora resettiamo tutto e ricarichiamo le energie"
27-05-2018
EA7 Emporio Armani, in gara2 eguagliato il record stagionale di punti in un tempo (60).
27-05-2018
L'Olimpia Milano spazza via Brescia con un primo tempo perfetto
27-05-2018
Quinn Cook, la rivelazione dei Warriors di Lorenzo Cipriani
26-05-2018
Verso Casale Monferrato-Fortitudo Bologna: parlano Martinoni e Mancinelli
26-05-2018
Summer League di Roseto, parla Verrigni: "Sarà un punto di riferimento"
26-05-2018
Verso Trieste-Treviso: parlano Da Ros e Antonutti
26-05-2018
Fabbricatore, Gandini, Pea presentano la supersfida Trieste-Treviso di Raffaele Baldini
26-05-2018
Sassari, Rok Stipcevic ai saluti
26-05-2018
Trento e Brescia, splendide outsider: sorprendenti ma fino a un certo punto…di Giancarlo Migliola
26-05-2018
Join The Game. A Jesolo (Ve) il 26 e il 27 maggio la Fase Finale per gli scudetti 3x3 U14 e U13 maschili e femminili.
26-05-2018
Trento, per Shields in gara1 a Venezia miglior prestazione per punti in Italia e record di società nei playoff
26-05-2018
Finale Nazionale U18 Femminile, Costa Masnaga-Reyer oggi alle 18.00 assegna lo Scudetto
26-05-2018
Buscaglia: "Volevamo impattare bene la partita e la serie"
26-05-2018
Trento, che colpo! Espugnata Venezia 80-78