Vi offriamo quelli che sono stati i 3 maggiori capolavori e i 3 flop del mese di aprile

Vi offriamo quelli che sono stati i 3 maggiori capolavori e i 3 flop del mese di aprile
Milano, Kuzminskas, Tarczewski e Bertans fondamentali nel 2-0

Un 2-0 netto, arrivato con due match molto simili nell'andamento, almeno fino all'intervallo di gara-2. Le chiavi del doppio vantaggio dell'Olimpia sono molteplici e vanno oltre le individualità: oltre ai soliti Micov, Gudaitis, la solidità di Cinciarini e le fiammate di Goudelock (più nel primo atto che nel secondo), vanno aggiunti i progressi di Tarczewski, la crescita esponenziale di Kuzminskas, tornato ora sui livelli che tutti si aspettavano, e la solidità di Bertans, importante in gara-1, fondamentale nel dare la prima spallata ieri sera al Forum. Firmando, inoltre, la quarta gara consecuitva in doppia cifra.

Kuzminskas, il fattore K dell'Olimpia - I 27 punti in 44 minuti di playoff di Mindaugas Kuzminskas rappresentano un segnale importante. C’erano (e ci sono grandi) aspettative sull’ala lituana: veniva da una carriera di EuroLeague in crescendo, con tre stagioni a Malaga, da un anno promettente di NBA e un mercato in cui avrebbe potuto scegliere diverse squadre oltre all’Olimpia. La stagione è stata complicata perché Kuz l’aveva cominciata a New York senza giocare e in quei mesi ha perso ritmo. All’arrivo a Milano, a inizio anno, è stato subito gettato nella mischia: campionato, EuroLeague, campionato (con la schiacciata della vittoria su Cremona), EuroLeague, mai un attimo di pausa per comprendere meglio la situazione e la realtà. Con il sorriso sulle labbra, ha combattuto contro le proprie difficoltà, lavorato duro in allenamento fino a trovare un ritmo incoraggiante. In gara 2, ha segnato sette punti nel primo quarto mantenendo l’Olimpia avanti nel punteggio. Poi, con tre falli a carico e poi anche il quarto, ha dovuto gestirsi nel secondo tempo segnando però una tripla fondamentale per rintuzzare la rimonta di Cantù e infine chiudere la gara con un gioco da tre punti. E’ stata la sua sesta gara di campionato in doppia cifra per un record di squadra di 6-0.

Tarczewski, i grandi progressi della torre del New England - Kaleb Tarczewski è il barometro dell’Olimpia? Nelle otto partite di questo campionato in cui ha segnato in doppia cifra, Milano è 7-1. Nelle due gare di playoff ha 20 punti e 19 rimbalzi totali. In stagione ha 8.8 punti, 7.2 rimbalzi e il 70.6% nel tiro da due punti, primo assoluto in Serie A. E’ anche il miglior rimbalzista del campionato per minuto giocato con 15.1 ogni 40 minuti in campo. In un anno di permanenza a Milano i progressi di Tarczewski (ad esempio nei tiri liberi dove ha oltre l’80%) sono andati di pari passo con il suo processo di ambientamento e la sua “italianizzazione”, evidente nella passione per il caffè espresso e non americano, per le città d’arte (nell’ultima giornata libera è stato a Venezia con la madre) e nell’amicizia strettissima con Awudu Abass e Dada Pascolo. Tarczewski, che ha 25 anni, è solo al secondo anno da professionista e gran parte del primo l’ha trascorsa nella G-League negli Oklahoma City Blue. Un’altra cosa poco nota di Tarczewski è che prima di diventareun giocatore di basket nel New England aveva provato a giocare a football da tight-end ma un infortunio e l’improvvisa crescita di statura l’hanno convinto a cambiare sport. Poi ha conosciuto Jay Murphy, ex giocatore NBA e anche del campionato italiano (a Fabriano), ha cambiato scuola ed è esploso, completando il lavoro all’università dell’Arizona sotto l’ala protettiva di Joseph Blair, uno dei grandi centri dell’Olimpia del decennio scorso.

Dairis Bertans è entrato in ritmo? - La guardia lettone adesso ha una striscia di quattro gare consecutive in doppia cifra, ha 6/9 da tre nelle prime due partite di questo quarto di finale, e con 16 punti ha eguagliato in gara 2 il proprio record stagionale stabilito a Pistoia alla fine del girone di andata. Bertans in gara 2 ha fatto 3/4 da tre ma andrebbero aggiunti i tre tiri liberi su tre con i quali ha punito un fallo su tiro dall’arco nel secondo periodo, quello in cui ha segnato 11 punti e generato la fuga dell’Olimpia fino al massimo vantaggio di 25 lunghezze. In stagione ha il 40.5% nel tiro da tre ed è uno dei migliori giocatori dalla panchina del campionato. In questa stagione ha tramandato alla storia anche il canestro dalla media con cui ha dato all’Olimpia la vittoria a Barcellona in EuroLeague.

Fonte: Ufficio Stampa Olimpia Milano

27-05-2018
Finali Nazionali U18 Femminili, Costa Masnaga è campione d'Italia
27-05-2018
Playoff: Piacenza espugna Omegna, oggi le altre tre finali
27-05-2018
Sergio Scariolo allenerà la selezione dei migliori giovani europei all'NBA Global Camp di Treviso
27-05-2018
Pianigiani: "A Brescia con il desiderio di tornare di fronte a questo pubblico"
27-05-2018
Diana: "Ora resettiamo tutto e ricarichiamo le energie"
27-05-2018
EA7 Emporio Armani, in gara2 eguagliato il record stagionale di punti in un tempo (60).
27-05-2018
L'Olimpia Milano spazza via Brescia con un primo tempo perfetto
27-05-2018
Quinn Cook, la rivelazione dei Warriors di Lorenzo Cipriani
26-05-2018
Verso Casale Monferrato-Fortitudo Bologna: parlano Martinoni e Mancinelli
26-05-2018
Summer League di Roseto, parla Verrigni: "Sarà un punto di riferimento"
26-05-2018
Verso Trieste-Treviso: parlano Da Ros e Antonutti
26-05-2018
Fabbricatore, Gandini, Pea presentano la supersfida Trieste-Treviso di Raffaele Baldini
26-05-2018
Sassari, Rok Stipcevic ai saluti
26-05-2018
Trento e Brescia, splendide outsider: sorprendenti ma fino a un certo punto…di Giancarlo Migliola
26-05-2018
Join The Game. A Jesolo (Ve) il 26 e il 27 maggio la Fase Finale per gli scudetti 3x3 U14 e U13 maschili e femminili.
26-05-2018
Trento, per Shields in gara1 a Venezia miglior prestazione per punti in Italia e record di società nei playoff
26-05-2018
Finale Nazionale U18 Femminile, Costa Masnaga-Reyer oggi alle 18.00 assegna lo Scudetto
26-05-2018
Buscaglia: "Volevamo impattare bene la partita e la serie"
26-05-2018
Trento, che colpo! Espugnata Venezia 80-78
26-05-2018
In The Middle, nelle sabbie mobili dell'NBA di Luca Caramelli