Sei un webmaster, blogger, youtuber o gestisci un gruppo o pagina Facebook? Siamo alla ricerca di persone che vogliono crescere collaborando assieme a noi! Scrivi a hruby@superbasket.it

Sei un webmaster, blogger, youtuber o gestisci un gruppo o pagina Facebook? Siamo alla ricerca di persone che vogliono crescere collaborando assieme a noi! Scrivi a hruby@superbasket.it
Premio Reverberi “Oscar del Basket”, vincono Walter De Raffaele, Luca Vitali e Salvatore Trainotti

Walter De Raffaele. Fonte Foto Ciamillo-Castoria

E’ Luca Vitali play 31enne della Leonessa Brescia e della nazionale italiana di basket il grande trionfatore del Premio Reverberi “Oscar del Basket” nella categoria “miglior giocatore italiano” della stagione 2016/2017. A decretare il successo del giocatore originario di Bologna è stata la Commissione di giuria convocata questa mattina in Municipio a Quattro Castella (RE), sede del Premo fin dalla sua prima edizione nel 1985. A fare gli onori di casa il sindaco Andrea Tagliavini e l’assessore allo sport Danilo Morini. Presenti i rappresentanti delle istituzioni sportive e dei media specializzati locali e nazionali, oltre all’ideatore e patron del Premio, l’ex arbitro internazionale Gian Matteo Sidoli.

Il Premio Reverberi come “miglior giocatrice italiana” della passata stagione è stato assegnato a Chiara Consolini, guardia 29enne della Virtus Ragusa e della nazionale femminile di basket. Al coach di Venezia Walter De Raffaele è stato assegnato (con il voto unanime dei giurati) il premio come “miglior allenatore” della passata stagione coronata con la conquista dello scudetto. La memorabile stagione veneziana è sancita anche con l’assegnazione al presidente Federico Casarin del “premio alla carriera”.

Il premio come miglior arbitro italiano è stato assegnato a Massimiliano Filippini, mentre quello di miglior giornalista è andato alla voce di Raisport Edi Dembinski. Il general manager dell’Aquila Basket Trento Salvatore Trainotti è stato nominato “Personaggio dell’anno”. Tra i premi speciali menzione per Massimo Antonelli, (Premio “Basket&Solidarietà” per il progetto “Tam Tam Basket”), per la presidentessa di Brescia Graziella Bragaglio (Premio contributo al basket) e per l’azienda Grissin Bon, main sponsor della Pallacanestro Reggiana (Premio speciale). Novità di quest’anno, il premio al miglior giovane della A2 di basket assegnato a Davide De Negri (Casale Monferrato). Il premio speciale Fip è stato assegnato a Pietro Basciano (presidente LNP), mentre il “Piccinini” è andato alla Go Basket-Giullari del Castello.

Alla cerimonia di consegna dei premi, in programma lunedì 19 febbraio 2018 a Quattro Castella, sarà presente il “gotha” della pallacanestro italiana e internazionale. Tra gli invitati l’attuale presidente della Fiba, l’argentino Horacio Muratore. Anche Kobe Bryant è stato invitato a partecipare in virtù dei suoi trascorsi cestistici in terra reggiana, e in particolare a Quattro Castella dove l’ex campione dei Lakers ha trascorso alcuni anni della sua adolescenza.

Giunto alla sua 32esima edizione il Premio Reverberi-Oscar del Basket può a tutti gli effetti considerarsi la più importante manifestazione in ambito cestistico a livello nazionale. Istituita nel 1985 in onore e ricordo del grande arbitro reggiano Pietro Reverberi, recentemente inserito nella Hall of Fame del basket mondiale come uno dei migliori arbitri di tutti i tempi, la manifestazione ha saputo negli anni rinnovarsi diventando un punto di riferimento per atleti, dirigenti, arbitri e semplici appassionati della ‘palla a spicchi’: un momento importante per una rivisitazione della storia del basket, dei suoi personaggi, dei suoi miti e di quei valori umani che da sempre il basket riesce a trasmettere ai suoi tifosi. La presenza tra i premiati dei campioni di un tempo, insieme agli atleti che ancora oggi vanno a canestro, è una caratteristica peculiare del “Premio Reverberi – Oscar del Basket” che ne ha determinato il successo come manifestazione sia in termini di presenza di pubblico, che come riscontro su mass media e riviste specializzate. L’iniziativa, grazie alla collaborazione della Federazione internazionale, è riconosciuta come l’unica manifestazione in Italia che premia tutte le categorie operanti nel mondo del basket, dagli arbitri ai dirigenti passando per giocatori, giocatrici, allenatori e giornalisti.

12-12-2017
SB Scouting: Adam Smith (Chalon, Francia)
12-12-2017
SB Scouting: Tai Webster (Francoforte, Germania)
12-12-2017
Warriors e Rockets vanno a braccetto, si fermano Celtics e Thunder di Marco Bonfiglio
12-12-2017
Mario Castelli, voce di EuroSport: “Se non mi emozionassi, smetterei subito” di Giancarlo Migliola
12-12-2017
Vignetta # 6: "Fiducia incondizionata nella difesa"; di Umberto Scopa
11-12-2017
L’incredibile coincidenza che lega Betti a Mattioli
11-12-2017
Provvedimenti disciplinari Serie A1 gare del 9-10 dicembre 2017
11-12-2017
Nota della società Happy Casa Brindisi: Sandro Dell’Agnello sollevato dall’incarico
11-12-2017
SB Scouting: Daniel Bejarano (Kataja, Finlandia)
11-12-2017
Oladipo ne mette 47, Holiday trascina i Pelicans, vincono i Celtics di Marco Bonfiglio
11-12-2017
10^ giornata: i risultati
11-12-2017
11^ giornata: risultati e classifica
11-12-2017
13^ giornata: risultati e classifica
10-12-2017
Milano lancia Tarczewski anche in campionato
10-12-2017
SB Scouting: Lahaou Konate (Nanterre, Francia)
10-12-2017
Finalmente Gallinari, 25 punti ai Wizards. Vince anche Belinelli di Giancarlo Migliola
10-12-2017
È scomparso Pier Francesco Betti. Il cordoglio del presidente Petrucci
09-12-2017
SB Scouting: Jonas Wolfarth-Bottermann Sibert (Francoforte, Germania)
09-12-2017
Ginobili fenomeno. Ma sempre 5.000 lire mi deve dare… di Giancarlo Migliola
09-12-2017
Ginobili non finisce mai, Boston cade a San Antonio. Anche i Cavs ko di Giancarlo Migliola