Vi offriamo quelli che sono stati i 3 maggiori capolavori e i 3 flop del mese di marzo

Vi offriamo quelli che sono stati i 3 maggiori capolavori e i 3 flop del mese di marzo
FIBA World Cup 2019 European Qualifiers Romania-Italia 50-101 (Career high per Della Valle: 29)
Azzurri già qualificati alla seconda fase

Sacchetti: “Fatto il primo passo. Vogliamo vincere ancora”

Cluj-Napoca. Il primo passo verso la Cina è fatto. L’Italia batte 50-101 la Romania e centra così la quarta vittoria in altrettante gare nella prima fase di qualificazione al Mondiale FIBA 2019. Con questo successo gli Azzurri sono già certi del passaggio alla seconda fase, che metterà insieme, oltre alla squadra di coach Sacchetti, anche altre due formazioni del girone dell’Italia e tre squadre provenienti dal girone C, quello composto da Lituania, Polonia, Ungheria e Kosovo.

Così coach Sacchetti: “Questo è un gran gruppo. Ho notato un bel feeling con tutto il nostro ambiente e io credo molto in queste cose. I ragazzi ne hanno fatto tesoro. Siamo alla seconda fase ma vogliamo vincere ancora per acquisire altri punti. Un passo è fatto e ora pensiamo a giugno. Non mi aspettavo questa partenza nel girone, non abbiamo incontrato squadre di altissimo livello ma noi eravamo praticamente vergini. Dovevamo creare tutto da capo e ora è bello vedere una squadra che sta così bene insieme”.

Le parole di Amedeo Della Valle: “La partenza è stata determinante e questo ha condizionato la partita. Siamo stati bravi all’inizio contro una squadra che pochi giorni fa aveva battuto la Croazia. Sono contento per il mio bottino personale ma quello che importa è aver guadagnato altri due punti”.

Così il presidente Fip Giovanni Petrucci: “Rimaniamo con i piedi per terra. Questa è una gestione che sta ottenendo tanti risultati. Amo Meo perché è un allenatore che fa le cose semplici e questa squadra non è mai doma. Vogliamo fare un passo alla volta e per ora siamo più che soddisfatti”.

Nessuna esitazione per l’Italia, che dopo la palla a due spinge forte sull’acceleratore mettendo in luce tutti i difetti della squadra di casa. I grandi protagonisti sono Amedeo Della Valle, fin dall’inizio perfettamente in media con le ultime tre prestazioni Azzurre, e Christian Burns, vero dominatore sotto canestro. La grande difficoltà a fare canestro della pur volenterosa Romania fa il resto. Dopo 10 minuti il divario è oceanico: 12-35, 3-15 il conto a rimbalzo. Soporiferi i primi cinque minuti del secondo quarto. 0-2 Italia con il solo canestro di Fontecchio. I giri si alzano nuovamente nella seconda parte della frazione, quando Della Valle incrementa il proprio bottino personale con altri 8 punti. Le due triple consecutive di Mandache svegliano un po’ la Romania e i suoi tifosi ma la sirena lunga dice +22 Italia (25-47).

Nel terzo quarto sale in cattedra Abass: per lui 11 punti nel periodo e tanta sostanza. I suoi canestri, uniti a quelli di un Della Valle in stato di grazia, proiettano l’Italia troppo lontano da una Romania che fa una fatica enorme a trovare la via del canestro. Le triple di Flaccadori scrivono il + 40 dopo 30 minuti (36-76). Gli ultimi 10 minuti servono solo a scrivere diversi record personali Azzurri: primo su tutti Amedeo Della Valle, che migliora il bottino dello scorso novembre a Zagabria (25) segnando 29 punti. Ritoccano i personali anche Michele Vitali (da 4 a 16), Simone Fontecchio (da 6 a 9) e Christian Burns (da 9 a 11). Eguaglia il career high Awudu Abass (13). Per gli Azzurri si tratta del sedicesimo scarto migliore di sempre. Gara numero 127 nella storia con 100 o più punti.

Domani mattina gli Azzurri torneranno in Italia e il raduno potrà dirsi concluso. I prossimi appuntamenti saranno in casa contro la Croazia (28 giugno) e in trasferta contro i Paesi Bassi (1 luglio). Entrambe le sedi sono ancora da stabilire. Se il passaggio alla seconda fase è già certo, gli ultimi due impegni del girone saranno ugualmente determinanti per stabilire con quanti punti l’Italia si presenterà al prossimo step.

Il tabellino

Romania-Italia 50-101 (12-35, 13-12, 11-29, 14-25)

Romania: Watson*11 (2/8, 1/3), Mandache* 13 (2/6, 3/6), Dragoste (0/2, 0/1), Orbeanu* (0/1, 0/2), Paliciuc 3 (1/4 da tre), Nicolescu 2 (1/5, 0/4), Olah* 2 (1/1), Nicoara, Cate 15 (6/6), Casale (0/1), Kuti* 4 (2/5, 0/5), Darwiche ne. All: Markovski

Italia: Della Valle* 29 (2/4, 6/9), Fontecchio 9 (3/5, 1/3), Biligha 4 (2/5), L. Vitali* 2 (1/3), Filloy (0/1, 0/4), Pascolo* 4 (2/3), Flaccadori 9 (0/2, 3/5), Abass* 13 (2/6, 3/4), M. Vitali 16 (3/3, 2/3), Burns* 11 (2/3, 2/2), Polonara 4 (1/5, 0/2), B. Sacchetti (0/2). All: R. Sacchetti

 

Arbitri: Conde Ruiz (Spagna), Chebyshev (Ucraina), Vladic (Austria)

 

Tiri da due Rom 14/35, Ita 18/42; Tiri da tre Rom 5/25, Ita 17/32; Tiri liberi Rom 7/9, Ita 14/18. Rimbalzi: Rom 29, Ita 51. Assist Rom 10, Ita 21.

Note. Antisportivo a Nicolescu (21’) e Orbeanu (36’).

Spettatori: 5.000

 

FIBA World Cup 2019 Qualifiers

 

Girone D

Italia, Paesi Bassi, Croazia, Romania

 

Prima giornata

Italia – Romania 75-70

Paesi Bassi – Croazia 68-61

 

Seconda giornata

Croazia – Italia 64-80

Romania – Paesi Bassi 75-68

 

Terza giornata

Italia – Paesi Passi 80-62

Croazia – Romania 56-58

 

Quarta giornata

Romania – Italia 50-101

Croazia – Paesi Bassi (Zara, ore 20.00)

 

Classifica

Italia 4/0

Romania 2/1

Paesi Bassi 1/2*

Croazia 0/3*

 

*una gara in meno

 

Quinta giornata – 28 giugno 2018

Paesi Bassi – Romania

Italia – Croazia

Sesta giornata – 1 luglio 2018

Paesi Bassi – Italia

Romania – Croazia

La formula delle qualificazioni

Otto gruppi da quattro squadre con la formula del girone all’italiana. Le migliori tre squadre di ogni gruppo si qualificano alla seconda fase, dove verranno inserite in quattro gironi da sei squadre. Le prime tre qualificate di ogni gruppo staccheranno il pass per il Mondiale 2019 (31 agosto/15 settembre). Nella seconda fase non potranno affrontarsi nuovamente le squadre che nella prima fase facevano parte dello stesso girone. Il gruppo degli Azzurri sarà “accoppiato” con il gruppo C (Polonia, Kosovo, Lituania, Ungheria).

Ufficio Stampa Fip

21-04-2018
Tutto (o quasi) in quaranta minuti: la A2 sul rettilineo finale
21-04-2018
Rockets Reservoir Dogs di Lorenzo Cipriani
21-04-2018
Ventisettesima giornata: Quote e consigli di Superbasket a cura di Giuseppe Gargantini
20-04-2018
Trentesima e ultima giornata di regular season: il programma dei quattro gironi
20-04-2018
Domani al via la seconda semifinale: Ragusa lancia l'assalto a Venezia. Agnese Soli: "Siamo pronte"
20-04-2018
I programmi della Nazionale Maschile (e Sperimentale) nell'estate 2018
20-04-2018
Girone Est, trentesima e ultima giornata di regular season: gli aggiornamenti dalle sedi
20-04-2018
Ventisettesima giornata, il programma e le curiosità statistiche
20-04-2018
Girone Ovest, trentesima e ultima giornata di regular season: gli aggiornamenti dalle sedi
20-04-2018
Girone Ovest, le ipotesi di parità a una giornata dal termine della regular season
20-04-2018
Treviglio supera in volata Reggio Calabria e mette nel mirino i playoff
20-04-2018
Venezia, dolce sconfitta in Olanda: è finale con Avellino!
20-04-2018
Brown e Tatum: il futuro dei Celtics di Andrea Del Vanga
19-04-2018
Davide Pessina a ruota libera: LeBron impressionante, tra Ambrassa e Irving scelgo…di Giancarlo Migliola
19-04-2018
A proposito del nuovo allenatore dei Knicks di Claudio Limardi
19-04-2018
Domani alle 20.30 Schio-Napoli inaugura le semifinali scudetto
19-04-2018
Polemiche arbitrali continue in Eurolega. Ora tocca a Jasikevicius e Sfairopoulos
19-04-2018
Milano va per il quinto primato: in serie A ha l'80% di vittorie
19-04-2018
Cosa cambierà in Gazzetta dopo il licenizamento di Zapelloni?
19-04-2018
Montegranaro, contro Trieste certa l'assenza di Eugenio Rivali