Vi offriamo quelli che sono stati i 3 maggiori capolavori e i 3 flop del mese di marzo

Vi offriamo quelli che sono stati i 3 maggiori capolavori e i 3 flop del mese di marzo
I due rookie of the year di Andrea Del Vanga
Grande fermento per l'assegnazione del titolo di rookie of the year con la sfida anche virtuale tra Ben Simmons e Donovan Mitchell

Molto acceso il dibattito per il rookie of the year 2018 su stampa e social media. La lotta è tra Ben Simmons e Donovan Mitchell. A Ben è stato chiesto se fosse rimasto impressionato da qualche rookie e la risposta è stata "da nessuno", aggiungendo che lui è il rookie of the year al 100%. La risposta di Mitchell non si è fatta aspettare: ha pubblicato una foto in cui indossa una felpa sulla quale c'è scritto un rookie è un giocatore che gioca da professionista per il primo anno.
Chi scrive pensa che entrambi abbiano ragione: Simmons ha disputato una stagione incredibile, rendendo di fatto Philadelphia una forza ad Est, con medie che hanno sforato la tripla doppia (con la pecca dello 0 su 11 in campionato nel tiro da 3 punti, problema non da poco per un portatore di palla NBA nel 2018). E' il secondo giocatore della storia NBA a finire la stagione da rookie con almeno 1200 punti, 600 assist e 600 rimbalzi (l'altro e' stato Oscar Robertson nella stagione 1960-1961). La sua versatilità, la sua visione di gioco e soprattutto il ritmo e la velocita' nel far girare la palla sono perfetti nella NBA attuale.
Mitchell ha battuto il record NBA per i tiri da 3 punti realizzati per un rookie che apparteneva a Lillard. 20,5 punti di media e Utah Jazz che sono soprattutto grazie a lui una delle grandi soprese della stagione, cosa inaspettata dopo la partenza in estate di Hayward e Hill. E' il primo rookie dai tempi di Carmelo Anthony a guidare la sua squadra in punti realizzati e portarla ai playoff. Mitchell e' un atleta eccezionale anche per gli standard della NBA e ha grandi istinti realizzativi anche in una squadra come i Jazz che giocano a ritmo lento e con grande dedizione difensiva.
Il fatto che Simmons sia stato in squadra tutto il campionato scorso, allenandosi regolarmente non può essere sottovalutato nella sua crescita e nel suo ambientamento veloce in NBA. Personalmente assegnerei il titolo ex aequo come successo nella stagione 1994-1995 con Grant Hill e Jason Kidd e nella stagione 1999-2000 con Elton Brand e Steve Francis.
Siamo di fronte a due futuri All Star e grandi protagonisti della NBA attuale e futura, entrambi autori di una stagione da protagonisti.

21-04-2018
Tutto (o quasi) in quaranta minuti: la A2 sul rettilineo finale
21-04-2018
Rockets Reservoir Dogs di Lorenzo Cipriani
21-04-2018
Ventisettesima giornata: Quote e consigli di Superbasket a cura di Giuseppe Gargantini
20-04-2018
Trentesima e ultima giornata di regular season: il programma dei quattro gironi
20-04-2018
Domani al via la seconda semifinale: Ragusa lancia l'assalto a Venezia. Agnese Soli: "Siamo pronte"
20-04-2018
I programmi della Nazionale Maschile (e Sperimentale) nell'estate 2018
20-04-2018
Girone Est, trentesima e ultima giornata di regular season: gli aggiornamenti dalle sedi
20-04-2018
Ventisettesima giornata, il programma e le curiosità statistiche
20-04-2018
Girone Ovest, trentesima e ultima giornata di regular season: gli aggiornamenti dalle sedi
20-04-2018
Girone Ovest, le ipotesi di parità a una giornata dal termine della regular season
20-04-2018
Treviglio supera in volata Reggio Calabria e mette nel mirino i playoff
20-04-2018
Venezia, dolce sconfitta in Olanda: è finale con Avellino!
20-04-2018
Brown e Tatum: il futuro dei Celtics di Andrea Del Vanga
19-04-2018
Davide Pessina a ruota libera: LeBron impressionante, tra Ambrassa e Irving scelgo…di Giancarlo Migliola
19-04-2018
A proposito del nuovo allenatore dei Knicks di Claudio Limardi
19-04-2018
Domani alle 20.30 Schio-Napoli inaugura le semifinali scudetto
19-04-2018
Polemiche arbitrali continue in Eurolega. Ora tocca a Jasikevicius e Sfairopoulos
19-04-2018
Milano va per il quinto primato: in serie A ha l'80% di vittorie
19-04-2018
Cosa cambierà in Gazzetta dopo il licenizamento di Zapelloni?
19-04-2018
Montegranaro, contro Trieste certa l'assenza di Eugenio Rivali